Crea sito

L’ARTE DI CADERE A PEZZI

Non c’è scampo. Le orde di revenants della politica italiana circondano il paese, si avvicinano istintivamente fameliche. Nella scena finale, trionfo di carni lacerate, spruzzi di sangue, decorazioni di interiora e cervella. Poi, il silenzio. La fine.

Non ci sono accordi, non possono esserci. Inutili gli appelli alla ragione, inutili le proposte programmatiche misurate, inutile il ricorso all’argomentazione contro l’insulto. Quella scena finale è già scritta, da mesi: prevede che l’orda s’allontani barcollando, perdendo pezzi, calpestando sé stessa. Il vento solleva polvere intrisa di sangue, la polvere arrossa l’orizzonte, nascondendo la figura solitaria che avanza. E’ lui. Il liberatore. L’uomo che ci salverà.

Avanza piano, le braccia aperte per accogliere ogni cosa. Quando la polvere, finalmente, inizia a depositarsi, lui inizia a togliere la tuta che lo ricopre dai piedi al viso. Fa scorrere con calma le cerniere, quasi volesse rivelarsi allo sguardo solo poco alla volta. Ma non c’è nulla da vedere: la tuta è vuota ed un nuovo colpo di vento la porta via, lontano.

Lui c’era. C’era davvero. Purtroppo, impegnato com’era a smascherare le decomposte carni degli altri, non s’è accorto che si stava divorando da solo. Il silenzio. La fine.

Ed un lontano rumore di mandibole.

Pubblicato da metallicleft

Nato a Milano nel 1960, diploma di Ragioniere, dal 1981 dipendente di quello che attualmente è uno dei principali gruppi bancari europei - questo, per la superficie. Al di sotto (o di lato), prova a scrivere e disegnare fumetti, sceneggiature per corto e lungometraggi, fino a quando la (quasi per gioco) partecipazione ad un concorso letterario estero per racconti brevi si conclude con un successo: primo premio al 1° Concorso Internazionale di Letteratura Fantastica della Repubblica di San Marino (1997), successo ripetuto nella terza edizione (1999). Più difficile essere profeti in Patria ma dopo debita serie di tentativi a vuoto pubblica il primo full-lenght (romanzo, insomma) nel 2004, "Extreme Defence" cui fa seguito, a maggio 2012 un prequel: "Extreme Defence: Sandriders" (Caosfera Editore). A luglio 2012 ripubblica "Extreme Defence" in versione e-book - e non solo perchè possiede già da anni un Kindle.